Progetto “Pari Opportunità” 2015/2016

PROGETTO PER LE PARI OPPORTUNITA’  2015/2016

PariOpportunita“A SCUOLA DI PARITÀ”

Il percorso formativo “Pari Opportunità”, coordinato dalla docente di Lettere Prof.ssa Giuseppa Crinò, è finalizzato allo sviluppo di una cultura della parità e al rinnovamento di un sistema di valori consono ad una società pluralistica,  libera da pregiudizi e aperta all’altro secondo quelli che sono i principi costituzionali di contrasto ad ogni forma di discriminazione e per la promozione della solidarietà sociale e dell’educazione interculturale. Nel percorso educativo solidale sarà dunque  posta l’attenzione non solo su percorsi di conoscenza di culture “altre”, attraverso azioni di supporto concreto nei confronti  di bambini della Repubblica Democratica del Congo grazie all’associazione di volontariato “Matumaini”, con la quale l’istituzione scolastica ha avviato un rapporto di collaborazione già da alcuni anni, quanto soprattutto, in sintonia con il Progetto di Educazione alla legalità, attraverso una declinazione anche al femminile dei contenuti disciplinari al fine di contrastare le consistenti sacche di marginalità sociale femminile che spesso sfociano in violenze psicologiche e fisiche. Sono destinatari dell’intervento gli alunni dei tre ordini con i contenuti e le “applicazioni pedagogiche” più opportune in relazione alla fascia d’età, ma in modo specifico gli alunni della Scuola primaria per il percorso sull’Intercultura solidale, e quelli della scuola secondaria di 1° grado per entrambi gli ambiti progettuali.

FINALITÀ E OBIETTIVI: Le finalità e gli obiettivi sono declinati in relazione alle due anime del progetto, e in particolare il percorso è mirato a:

  • Imparare attraverso l’ascolto e il confronto
  • Cogliere uguaglianze e differenze nelle diverse culture in relazione ai diritti dei bambini, con particolare riferimento al diritto al gioco e all’istruzione
  • Acquisire un atteggiamento solidale verso le altre persone ed in particolare nei confronti di quelle in difficoltà.
  • Educare ed incrementare una cultura della condivisione, del rispetto e della solidarietà attraverso gesti semplici ma concreti.
  • Conoscere la storia delle donne, attraverso la ricostruzione della presenza  femminile nei diversi ambiti di studio  e/o in percorsi di idee collettive di genere.
  • Educare alla lettura critica del ruolo femminile nelle fiabe, nei libri di testo e nelle immagini pubblicitarie.
  • Maturare la consapevolezza e il possesso individuale e collettivo di valori in relazione ai diritti di ciascuno, al rispetto della propria storia e alla costruzione di quella comune;
  • Interiorizzare conoscenze ed esperienze che conducano al confronto e all’interazione fra diversi per  una pari opportunità di tutti

Il progetto avrà durata annuale, dal mese di ottobre 2015 al mese di maggio 2016, in orario curriculare e sarà articolato, in due sezioni (percorsi di genere femminile e Intercultura solidale).

PERCORSI DI GENERE FEMMINILE.  In questo  percorso,  condotto in sinergia con il Progetto di Legalità,  si prevedono: laboratorio di lettura/scrittura e drammatizzazione con approfondimento su figure femminili di ieri e di oggi, prendendo spunto dalle biografie presenti nel libro “Tante donne” di Vittoria De Marco Veneziano; incontri con l’autrice nel corso di giornate simboliche come il 25 novembre e l’8 marzo; produzione di cartellonistica varia; manifestazione finale; eventuali incontri con esperti sulla tematica delle pari opportunità.

PERCORSI DI INTERCULTURA SOLIDALE. In questo  percorso si prevedono: incontri con la presidentessa dell’Associazione “Matumaini” per attività di conoscenza e sensibilizzazione sul tema della solidarietà; laboratori di scrittura creativa, grafico-pittorici e musicali con realizzazione di “prodotti” da donare alla scuola in gemellaggio nella repubblica Democratica del Congo; “Festa del dolce e del colore” per la raccolta fondi da realizzarsi nei vari plessi dell’’Istituzione scolastica. Attività di promozione interculturale ove previsti da enti esterni.

Attività

I commenti sono chiusi.